Tu sei qui: Home Biblioteca digitale Guide alla configurazione del proxy Risoluzione dei problemi
Share |

Risoluzione dei problemi

 

Prima di rivolgerti al Servizio Aiuto del Sistema Bibliotecario per segnalare un problema relativo al proxy, ti invitiamo a cercare di risolverlo in autonomia utilizzando questa pagina.

L'utilizzo del proxy richiede una sequenza di operazioni, non sempre semplici, in quest'ordine:

  1. Configurazione
  2. Autenticazione
  3. Accesso alle risorse


Ciascuna di queste operazioni presenta i suoi trabocchetti. Per la soluzione di un problema è importante circoscriverlo identificando in quale punto della sequenza si manifesta, anche grazie al diagramma presente qui sotto.

 

Diagramma delle operazioni necessarie per l'utilizzo del proxy. Clicca il riquadro azzurro relativo all'operazione che ti blocca.
Diagramma delle operazioni necessarie per l'utilizzo del proxy. Clicca il riquadro azzurro relativo all'operazione che ti blocca.

testo alt Configurazione Autenticazione Accesso alle risorse

 

1. Configurazione

 

Pagina di riferimento principale: Guida alla configurazione del proxy.

Pur con sfumature diverse nei vari dispositivi, la configurazione consiste nell'impostare la connessione di rete del sistema operativo inserendo l'URL dello script di configurazione automatica del proxy di Padova, cioè http://homepage.cab.unipd.it/proxy/proxy.pac

In passato non tutti i sistemi supportavano lo script di configurazione automatica e di conseguenza era necessario usare la configurazione manuale utilizzando l'URL auth-proxy.unipd.it in accoppiata con la porta TCP 8080.
Inoltre, in sistemi obsoleti o particolari, bisognava fornire l'indirizzo IP del proxy server al posto dell'URL, rimpiazzando auth-proxy.unipd.it con 147.162.110.100 (sempre con la porta 8080).

Il proxy può essere configurato su quanti computer (o dispositivi mobili) si desidera utilizzando sempre il medesimo account.

È importante ricordare che il proxy va attivato esclusivamente quando serve, disattivandolo per la navigazione quotidiana; ciò per non appesantire il traffico sul proxy server rallentando la navigazione a tutti.

Con rare eccezioni, in tutti i casi in cui non compare la finestrina di autenticazione del proxy si deve pensare ad un problema di configurazione.


Errori di digitazione.

Errori di digitazione dell'URL del file di configurazione automatica fanno sì che il client non entri nemmeno in dialogo con il proxy server.
L'URL corretto è http://homepage.cab.unipd.it/proxy/proxy.pac


La complessità dei sistemi operativi e come evitarla con Proxy Docile.

La configurazione di rete del sistema operativo può avere un grado di complessità superiore a quello desiderabile, diventando frequentemente fonte di problemi.

Solamente con Mozilla Firefox si può configurare l'uso del proxy esclusivamente a livello di browser e non di sistema, il che generalmente rende le cose più semplici, evitando di incorrere nei problemi più diffusi.
Inoltre sia per Firefox, che per Chrome, Opera e browser affini, esiste una estensione sviluppata dal Sistema Bibliotecario in grado di automatizzare la configurazione, Proxy Docile, per il cui uso si rimanda alla guida online. Proxy Docile ha anche il vantaggio di disattivare il proxy automaticamente alla chiusura della sessione di navigazione.


Applicazioni diverse dal browser.

Il proxy supporta solo i protocolli web più comuni (HTTP, HTTPS, FTP), quindi applicazioni desktop che utilizzino altri protocolli di comunicazione, ad esempio EndNote, non ne possono usufruire.


Firewall e Antivirus.

In casi molto rari potrebbe accadere che le impostazioni di sicurezza (impostate da un firewall o da un antivirus, che sia nel computer o che sia nel modem) blocchino la comunicazione attraverso la porta TCP 8080 impedendo di contattare il proxy server [1]. La prima cosa da provare per escludere questa eventualità è disabilitare temporaneamente firewall e antivirus. Data la varietà di firewall, antivirus, sistemi e configurazioni esistenti, non è qui possibile fornire istruzioni dettagliate su quali impostazioni modificare.


Presenza di un blocco nella rete interna.

Se ti trovi all'interno di una rete aziendale (un'altra università, un'azienda, un collegio) potrebbe accadere che le misure di sicurezza messe in atto dall'amministratore di rete – ad es. la chiusura della porta TCP 8080 oppure la presenza di un altro proxy [2] – blocchino la comunicazione col proxy server di Ateneo. In tal caso devi contattare l'amministratore di rete e verificare con lui la possibilità di adottare una soluzione compatibile con la politica di sicurezza adottata dall'istituzione o azienda.

 

2. Autenticazione


Pagina di riferimento principale: Auth-Proxy.

Tutti gli utenti con un indirizzo istituzionale (nome.cognome@unipd.it o nome.cognome@studenti.unipd.it, inclusi assegnisti e borsisti) hanno anche un account per utilizzare il proxy. Infatti il database degli utenti del proxy si allinea una volta al giorno col database degli utenti di Webmail.
Se hai appena attivato il tuo account di posta istituzionale, il tuo accunt per il proxy sarà disponibile a partire da domani.

Allo scadere dell'account di posta – il che avviene dopo un anno dal termine del rapporto con l'Università – anche l'account del proxy decade definitivamente in conseguenza degli accordi stipulati tra Università ed editori.

L'autenticazione avviene nella finestrina aperta dal browser all'inizio della navigazione, una volta configurato e attivato il proxy.

 

La finestrina di autenticazione del proxy.
La finestrina di autenticazione del proxy.


Il Nome utente che devi utilizzare è il tuo indirizzo di posta istituzionale per esteso, quindi nome.cognome@unipd.it o nome.cognome@studenti.unipd.it
La Password di norma NON coincide con quella di posta, né con quella di UniWeb, né con altre password che sei solito usare nei servizi del Sistema Bibliotecario (Catalogo, Portale AIRE...), e non deve essere necessariamente cambiata periodicamente.

Se compare la finestra di autenticazione puoi essere certo che il proxy è correttamente configurato ed è attivo. Puoi verificarlo anche connettendoti al sito http://www.whatismyproxy.com/ che identificherà il tuo indirizzo IP come 147.162.110.99 (oppure 147.162.110.100).

 

Visita alla pagina http://www.whatismyproxy.com con il proxy attivo (dettaglio).
Visita alla pagina http://www.whatismyproxy.com con il proxy attivo (dettaglio).

 

Password ignota o dimenticata.

Se non conosci o non ricordi la tua password puoi impostarne una nuova visitando la pagina del servizio.
Una volta inserito il tuo indirizzo di posta istituzionale, riceverai le istruzioni necessarie via e-mail. La password deve includere solo caratteri alfanumerici.

Account scaduto.

Con lo scadere dell'account di posta istituzionale decade anche il diritto all'uso del proxy. Se ritieni di avere ancora diritto a un indirizzo di posta istituzionale devi rivolgersi al Centro Servizi Informatici di Ateneo (Call centre 049/8273131, e-mail callcentre@unipd.it).

 

3. Accesso alle risorse


Pagina di riferimento principale: Risorse accessibili via proxy.

Via proxy sono accessibili tutti i periodici elettronici e le banche dati in abbonamento, salvo rarissime eccezioni.
Inoltre sono accessibili i servizi RefWorks, AireGO e i contratti software del Centro Servizi Informatici di Ateneo.

Pur col proxy attivo, eccezionalmente alcune risorse possono creare dei problemi.


Risorse non accessibili.

Non tutte le risorse sono accessibili, ma solo quelle per le quali il Sistema Bibliotecario ha un abbonamento attivo.
Assicurati che il full-text a cui vuoi accedere sia effettivamente disponibile all'Ateneo di Padova controllando nel Portale AIRE o in Catalogo.

In rari casi una risorsa può essere temporaneamente non accessibile per banali motivi legati alla gestione del sito da parte dell'editore, motivi del tutto indipendenti dal proxy.

Poche risorse sono accessibili solo da sottorete di Ateneo, quindi non via proxy (a questo proposito si controlli la disponibilità della specifica risorsa nel Portale AIRE, dove le risorse ad accesso ristretto sono segnalate da un'icona di divieto). Al momento, non sono accessibili alcune banche dati messe in rete con il sistema SAR.


Portale AIRE e AireGO.

Navigando col proxy, può capitare di accedere all'interfaccia CIPE del Portale AIRE invece che a quella di Padova. La causa è la presenza in cache del browser della pagina precedentemente visitata prima dell'attivazione del proxy. Svuotando la cache del browser il problema si risolve.
Lo stesso problema causa un errore quando si clicca il pulsante AireGO che dovrebbe portare al full-text; anche in questo caso ti consigliamo di svuotare la cache del browser e riprovare.


IusExplorer.

IusExplorer è il motore di ricerca che consente l’accesso integrato alla banca dati Giuffrè DeJure.
Per accedere è necessario cliccare su “Accesso per IP”, presente nella parte bassa del riquadro rosso a destra nel sito.
Attenzione: IusExplorer consente un numero limitato di accessi contemporanei, quindi se non riesci ad accedere ritenta in un altro momento.


Foro Italiano.

Foro Italiano è una banca dati di giurisprudenza; se rileva il proxy, può presentare un avviso di "Connessione non affidabile" che puoi tranquillamente ignorare.


Leggi d'Italia.

Per utilizzare la banca dati di ambito giuridico Leggi d'Italia conviene accedervi passando per il Portale AIRE.


PubMed.

PubMed è il sistema informativo gratuito della National Library of Medicine. È raggiungibile da diversi accessi web, ma solo quando si accede via Portale AIRE o via sito della Biblioteca Medica “Vincenzo Pinali” viene visualizzato il pulsante AireGo.


RefWorks.

Per accedere al tuo account RefWorks hai a disposizione 2 modalità:

  1. da rete di Ateneo
  2. tramite proxy

A differenza dell'account del proxy, l'account di RefWorks non scade quando cessa ogni rapporto istituzionale tra te e l'Ateneo. In tale circostanza puoi chiedere al Servizio Aiuto l'attribuzione di un codice di accesso personale.


Scaricamento PDF in dispositivi basati su iOS.

In dispositivi basati su iOS possono presentarsi problemi ad aprire certi file PDF. Non si tratta di un problema dovuto al proxy quanto al formato dei PDF forniti dagli editori (ad es. Ovid).

 

NOTE


1. Anche la porta TCP 9003 è utilizzata da alcuni servizi del Sistema Bibliotecario, quelli collegati ad AIRE.

2. Un proxy trasparente non richiede autenticazione da parte dell'utente, che quindi è all'oscuro della sua esistenza. In questo caso il proxy di Ateneo non può funzionare. Questa è anche la causa del problema che si presenta con la connessione wireless di Padova WiFi.

Azioni sul documento
Share |