Tu sei qui: Home Biblioteca digitale Per chi pubblica Archivio Accesso aperto alle pubblicazioni scientifiche: istruzioni per l'autore
|

Accesso aperto alle pubblicazioni scientifiche: istruzioni per l'autore

Open Access. I mandati degli enti finanziatori

L'OA è ad oggi la principale modalità di pubblicazione prevista dai mandati di enti e istituzioni finanziatrici di progetti di ricerca nazionali ed europei.

In particolare, per i progetti finanziati nell'ambito del progetto pilota OA all'interno del Settimo Programma Quadro "FP7. The European Union's Research and Innovation funding Programme", i ricercatori delle aree disciplinari di Energia, Ambiente, Salute, ICT, Infrastrutture di ricerca, Scienza e società, Scienze Socio-economiche e Umanistiche sono tenuti a depositare gli articoli "peer reviewed" che documentano  i risultati delle ricerche finanziate in archivi istituzionali o disciplinari e a renderli ad accesso aperto entro 6 o 12 mesi dalla pubblicazione.

Nel successivo  "Horizon 2020. The Eu Framework Programme for Research and Innovation", l'Accesso Aperto come modalità di disseminazione delle pubblicazioni finanziate nell'ambito del programma diventa obbligatorio per tutti i progetti.

Cosa deve fare il ricercatore beneficiario di finanziamenti?

Per ottemperare ai mandati degli enti e istituzioni finanziatrici, ciascun ricercatore beneficiario di finanziamenti UE dovrà  assicurarsi che le pubblicazioni relative ai risultati dei progetti finanziati siano accessibili ad Accesso aperto nei tempi previsti dai mandati stesso.

Le due modalità per l'Accesso Aperto (OA)

 

Autoarchiviazione - GREEN ROADPubblicazione in riviste ad Accesso aperto- GOLD ROAD

Deposito negli archivi elettronici istituzionali o disciplinari da parte degli autori delle loro pubblicazioni scientifiche (pre-print, post-print o versione digitale editoriale, nel rispetto del diritto d'autore).

Possono essere previsti periodi di embargo.

GOLD OA - pubblicazione in riviste OA peer reviewed senza nessuna quota "fee" per la pubblicazione

GOLD APC - pubblicazione in riviste OA peer reviewed o riviste ibride tramite pagamento di una fee (APC - Article processing cost)

 

Green Road

In particolare il ricercatore che sceglie l'autoarchiviazione in un archivio istituzionale o dsciplinare (Green Road) dovrà:

Prima di pubblicare: assicurarsi che l'editore a cui sottopone il paper preveda il deposito ad accesso aperto in un archivio istituzionale. Il database SherpaRomeo costitutisce la fonte principale di informazioni relative alle politiche politiche editoriali in merito a copyright e auto-archiviazione degli editori internazionali.

Al momento dell'accettazione del paper da parte dell'editore: verificare che il permesso al deposito negli archivi istituzionali o disciplinari risulti ESPLICITAMENTE nel contratto.

Al momento della pubblicazione: auto-archiviare il testo pieno dell'articolo nella versione autorizzata dall'editore (pdf editoriale, post print, etc.) nell'archivio open access istituzionale, tematico / disciplinare di riferimento o in un archivio centralizzato (es. ZENODO messo a disposizione dal progetto OPENAIRE).

E se il deposito nell'archivio istituzionale non fosse consentito?

L'autore può negoziare un emendamento al contratto. Se fallisce nella negoziazione con l'editore, può sottoporre l'articolo ad un'altra rivista che risponda ai requisiti richiesti in materia di disseminazzione ad accesso aperto. Se l'articolo deve necessariamente essere pubblicato in quella specifica rivista è necessario informare il referente del progetto allegando lettera di rifiuto dell'editore.

Gold Road

Nell'eventualità il ricercatore optasse di pubblicare in una rivista OA che prevede la copertura dei costi di pubblicazione (Gold road APC) dovrà fare attenzione che la copertura dei costi di pubblicazione da parte dell'ente finanziataore del progetto sono ammissibili solo durante la durata del progetto.

Materiali utili

Factsheet su Horizon 2020 e OA: "Guides for Researchers in EC. Funded projects"

Azioni sul documento
Share |