Sistema Bibliotecario di Ateneo
Sistema Bibliotecario di Ateneo
ENG

Open Research Data

Con dati di ricerca si intendono i dati raccolti, osservati o creati per essere analizzati e produrre i risultati originali di una ricerca. I dati possono presentarsi sotto diverse forme: misurazioni, immagini, file di testo, file audio, file di programma, etc.
La gestione dei dati di ricerca è un'attività molto complessa, ma se viene impostata correttamente sin dall'inizio, può rendere più agevole il processo di pubblicazione di un lavoro di ricerca e della tesi di laurea o di dottorato.

Policy UniPd e Requisiti UE

La Commissione Europea, così come altri enti finanziatori, richiede a chi ha avuto accesso ad un finanziamento (Horizon 2020, Horizon Europe, ERC, MSC), di rendere disponibili ad Accesso aperto (Open Access) le pubblicazioni scientifiche peer reviewed riportanti i risultati dei progetti di ricerca.
Richiede inoltre che i dati generati durante il processo di ricerca e necessari a validare i risultati presentati in una pubblicazione scientifica (underlying data) siano depositati in un research data repository e resi disponibili con il minor numero di restrizioni possibili.

Il Senato Accademico dell'Università di Padova nel 2018 ha emanato la Policy sulla gestione dei dati della ricerca, riconoscendo che “i dati della ricerca costituiscono patrimonio dell'istituzione universitaria, nonché risorsa - anche a lungo termine - per la ricerca, la didattica universitaria ed il progresso della società”.

 

DMP – Data Management Plan

All'inizio di un progetto, ancor prima di cominciare a creare o raccogliere dati, è necessario pianificare la modalità con cui questi verranno gestiti: dove verranno conservati, con quali software verranno elaborati, la soluzione di eventuali problematiche legate alla privacy, chi ne detiene i diritti, chi potrà accedervi, e se e come potranno essere riutilizzati: la raccolta di tutte queste informazioni costituisce un Data Management Plan (DMP).

Le linee guida dei programmi di finanziamento europei prevedono che chi ha avuto accesso ha un finanziamento, oltre a rendere disponibili ad Accesso Aperto (Open Access) gli articoli che presentano i risultati della ricerca, debba anche compilare un DMP da esibire entri i primi 6 mesi dall'inizio dell'attività di ricerca.
Le eventuali motivazioni che impediscano di rendere ad accesso aperto i dati o parte dei dati (confidenzialità, sicurezza, proprietà intellettuale, ecc.) vanno motivate per iscritto.

Come compilare il Data Management Plan?

Esistono numerosi strumenti, siti e documenti a disposizione dei ricercatori per creare o per verificare tramite checklists i contenuti del proprio DMP:

La stima dei costi per la gestione dei dati di ricerca

Alcuni enti o istituzioni finanziatrici prevedono che per poter beneficiare di un grant, il DMP riporti, tra l'altro, una stima dei costi relativa alla gestione, condivisione e riutilizzo dei dati generati nel corso del progetto. Questi costi dovrebbero essere indicati nel Piano di gestione dei dati (DMP) come parte integrante  della richiesta di finanziamento (grant application).

Per facilitare la ricercatrice o il ricercatore nella stima dei costi di gestione dei dati in un progetto di ricerca OpenAIRE ha sviluppato un utile strumento:
Estimating costs RDM tool.

Per maggiori informazioni sulle modalità di stima dei costi di gestione dei dati prodotti o raccolti durante un progetto di ricerca, si rimanda alle pagine specifiche nel sito di OpenAIRE.

 

Dove archiviare i dati della ricerca: Research Data Unipd

Se l'ente finanziatore non dà indicazione del data repository in cui archiviare i dati della ricerca, è possibile utilizzare il repository disciplinare più frequentemente utilizzato dalla comunità di ricerca oppure l'archivio dell'istituzione a cui afferisce il ricercatore.

L'Università degli studi di Padova mette a disposizione delle ricercatrici e dei ricercatori istituzionali Research Data Unipd, il data repository per l'archiviazione e conservazione dei dataset generati o raccolti nel corso di un progetto di ricerca.
Research Data Unipd risponde alle caratteristiche di un archivio di dati FAIR (Findable, Accessible, Interoperable, Reusable), come previsto dalla Commissione Europea nelle Guidelines on FAIR Data Management in Horizon 2020.

In Ateneo è disponibile, inoltre, Phaidra, la piattaforma per la gestione e l'archiviazione delle collezioni digitali.

Research Data Unipd e Phaidra sono indicizzati nei più importanti registri internazionali di archivi ad Accesso aperto: Re3data.orgOpenDOAR e FAIRsharing.org. Research Data Unipd è "content provider" di OpenAIRE.

Le ricercatrici e i ricercatori hanno anche la possibilità di depositare sia documenti che dati di ricerca in ZENODO, il repository interdisciplinare del CERN realizzato nel contesto del progetto EU OpenAire.

 

Approfondimenti

Linee guida Horizon Europe

Linee guida ERC

Guidelines on FAIR data management in Horizon 2020

Policy sulla gestione dei dati della ricerca dell'Università degli studi di Padova

 

Servizio Aiuto